Il prezzo del Bitcoin raddoppia dal dimezzamento, con soli 3,4 milioni di Bitcoin rimasti per gli acquirenti

Il prezzo del Bitcoin è raddoppiato dalla metà di maggio, con Chainalysis che attribuisce gran parte dell’azione rialzista all’insaziabile appetito degli investitori istituzionali.

Il prezzo di BTC è più che raddoppiato da quando il terzo blocco di premi Bitcoin si è dimezzato a maggio. Per essere precisi, BTC ha guadagnato il 110%, con prezzi che sono passati da 8.566 dollari l’11 maggio a 18.000 dollari di prova al momento di questa scrittura.

Secondo un rapporto della società di crittoanalisi Chainalysis del 19 novembre, i livelli di liquidità e i flussi di scambio sono cambiati drasticamente dal dimezzamento.

La società identifica i Bitcoin illiquidi, o Bitcoin posseduti dagli investitori, come „portafogli che inviano meno del 25% di Bitcoin che hanno mai ricevuto“, mentre i portafogli rimanenti sono classificati come Bitcoin liquidi, o Bitcoin posseduti dai trader.
Bitcoin liquido vs. Bitcoin illiquido Bitcoin: Chainalysis

I dati di „Chainalysis“ mostrano che il numero di Bitcoin a disposizione dei nuovi investitori ha iniziato a diminuire all’inizio di quest’anno, mentre la BTC illiquida è aumentata notevolmente. Chainalysis stima che il numero di Bitcoin attualmente liquidi potrebbe essere di soli 3,4 milioni.

L’azienda attribuisce la diminuzione dell’offerta di Bitcoin liquido all’accumulo all’ingrosso da parte degli investitori istituzionali per tutto il 2020:

„Da investitori di alto profilo come il manager di hedge fund Paul Tudor Jones, che ha paragonato l’acquisto di Bitcoin all’investimento iniziale in Apple o Google, a società come Square, che ha investito 50 milioni di dollari o l’1% del suo patrimonio totale in Bitcoin, le società tradizionali e le istituzioni finanziarie si stanno rivolgendo a Bitcoin“.

Il gestore del fondo di criptovaluta Grayscale Bitcoin Trust, che rappresenta più di una dozzina di investitori istituzionali di alto profilo, detiene ora più di 500.000 BTC – il 50% dei quali è stato accumulato negli ultimi sei mesi.

Ieri, la piattaforma di analisi Glassnode Studio ha riferito che i ricavi minerari Bitcoin sono tornati a livelli pre-alvamento. Il giorno prima, i minatori hanno guadagnato un record di 21,2 milioni di dollari di entrate giornaliere, circa tre volte i guadagni immediatamente successivi al dimezzamento.

Prima che i massimalisti Bitcoin si entusiasmino troppo, tuttavia, vale la pena di notare che il prezzo dell’Etere (ETH) ha notevolmente superato il Bitcoin nello stesso periodo, crescendo più del 160% da 185 a 482 dollari dall’11 maggio.