La promessa di Bitcoin rimane intatta perché il suo design aggira il fragile ego umano in modi che nessun altro sforzo umano ha mai fatto

L’ego umano è una cosa fragile. È veloce da giudicare, insicuro, facilmente manipolabile e si attacca alle cose attraverso l’identificazione. Si aggrappa a idee e convinzioni a tutti i costi, spesso contro i nostri interessi e nonostante le osservazioni del mondo reale contrarie. Nessuno affronta una lotta più difficile di quella che crea il proprio ego e l’unica cosa che minaccia la nostra sopravvivenza tanto quanto ogni altra cosa è la fragilità dell’ego umano. Le nostre migliori intenzioni vengono dirottate da esso, aprendo la strada per l’inferno sulla terra.

Non è solo la coercizione genocida del governo che minaccia la nostra sopravvivenza, ma il fatto che ci caschiamo

Questo e la nostra incapacità di vedere oltre le nostre differenze e trovare punti in comune in risposta ad esse. Gli ego diventano così intrecciati con le credenze, creando un senso di importanza auto-gonfiata, che i dibattiti diventano inutili e servono a poco altro che rafforzare quella stessa identificazione, superiorità e divisione.

Questo ha portato il mondo a un bivio in cui rischiamo il nostro stesso sterminio attraverso la perfetta applicazione del vecchio adagio: divide et impera. Solo che siamo noi a dividerci, lasciando la razza umana vulnerabile per essere conquistata dalla sua stessa debolezza.

Nessuno può sfuggirgli. E noi, quelli della comunità Bitcoin Evolution, non facciamo eccezione. Non guardare oltre il tentativo fallito di Roger Ver di dirottare Bitcoin, nascondendosi dietro l’idea che Bitcoin possa scalare solo aumentando le dimensioni del blocco. O la saga in corso che coinvolge quel famigerato personaggio che afferma di essere Satoshi , un’affermazione che è stata inizialmente supportata da Gavin Andresen, uno degli sviluppatori originali di Bitcoin, nonostante tutte le prove contrarie.

Queste persone non rappresentano più una seria minaccia per Bitcoin, ma in momenti diversi potrebbero esserlo

Nonostante il fatto che Ver e Andresen possano aver iniziato con le migliori intenzioni, le minacce che hanno posto a Bitcoin erano una volta molto reali. E ce ne saranno altri. Basta guardare la “Great Plague Of Shitcoinery. „Eppure, Bitcoin sopravvive ed è fiorente, nonostante innumerevoli ego umani che oscillano selvaggiamente per le recinzioni.

Ovviamente nessuno si guarda in questo modo. Siamo tutti inclini a credere che questi personaggi non siano per niente come noi. Hanno problemi. Non lo facciamo. Ma siamo onesti. Abbiamo tutti sabotato qualcosa a un certo punto della nostra vita in virtù dell’egocentrismo. E indipendentemente da quanto piccolo sia un problema che pensiamo possa essere stato, potrebbe essere stato un grosso problema per qualcun altro senza che noi lo sapessimo.

Anche il dittatore più crudele pensa di agire nell’interesse di qualcuno che ama mentre la folla in protesta abbatte le porte del palazzo. E, in particolare per quanto riguarda i sistemi di governance umani, gli ego gonfiati hanno sempre e inevitabilmente la meglio sulle nostre migliori intenzioni.

E questa è la promessa di Bitcoin. Rimane intatto dove innumerevoli e tutti gli altri sforzi umani ben intenzionati non possono. Perché il design di Bitcoin aggira il fragile ego umano in modi che nient’altro ha mai fatto.

C’è molto dibattito sul decentramento. Ma forse l’aspetto del decentramento che conta di più è facilmente osservabile dentro di noi. E non riesco a pensare a un esempio più potente del creatore (i) di Bitcoin che decide di rimanere anonimo e rinuncia alla sua invenzione che cambia il mondo.

Nessuno può sfuggire alla gravità dell’ego umano. E in un mondo caratterizzato da autoindulgenza, divisione e malcontento, attraverso un atto quasi miracoloso, Satoshi ha assicurato che nessun ego avrebbe mai potuto dirottare la missione di Bitcoin per cambiare il mondo.

Forse negli anni a venire, le persone riconosceranno e apprezzeranno che questo atto di altruismo costituisce il singolo atto di illuminazione più profondo in tutta la storia umana registrata – eclissando artisti del calibro di Gandhi, Gesù e Buddha. Satoshi ha cambiato il mondo, ma nessuno sa chi siano.